Piacenza

Argine del Trebbia, i cittadini: “Servono panchine, cestini e telecamere”

21 maggio 2015

ARGINE TREBBIA2-800

C’è chi corre, chi va in bicicletta, chi fa una semplice passeggiata per godersi il tempo libero all’aperto, immerso nella natura. Siamo sull’argine del Trebbia, un’oasi verde a due passi dal centro di Piacenza. Qualcuno vorrebbe fermarsi anche di più e vivere a pieno l’area, magari grazie alla presenza di una zona attrezzata con panchine, tavolini e cestini dell’immondizia. A segnalarlo è una lettrice di Liberta.it che ha scritto all’indirizzo [email protected]. Siamo andati sul posto e i frequentatori confermano. “Purtroppo troviamo molto spesso bottiglie e cartacce, i cestini ci sono solo all’inizio e alla fine del percorso” specifica una piacentina. “Servirebbero telecamere dove si lasciano le auto – aggiunge un altro frequentatore – la mia, come tante altre, è stata aperta e mi hanno portato via la borsa”. I cittadini ricordano i tempi passati quando anche in quest’area si faceva il bagno in Trebbia, quando i pescatori friggevano il pesce appena pescato con il tramaglio e avevano allestito delle capanne . Tempi lontani, ora si chiede solo un po’ più di cura. “La valorizzazione dei corsi d’acqua sta molto a cuore all’amministrazione – specifica l’assessore Giorgio Cisini – stiamo portando avanti grandi progetti ma terremo ovviamente in considerazione anche queste segnalazioni e, appena sarà possibile economicamente, cercheremo di accontentarle”.

ARGINE TREBBIA1-800

ARGINE TREBBIA-800

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE