Settore manifatturiero: nei primi 3 mesi del 2015 segnali di ripresa

24 Luglio 2015

manufatturiero

L’indagine congiunturale di Unioncamere su commissione della Camera di commercio sulle imprese manifatturiere piacentine alla fine del primo trimestre del 2015 ha rilevato tendenze positive. Questi primi segnali positivi dal sistema delle imprese invertono la sequenza di esiti negativi che aveva contrassegnato gli ultimi trimestri, ma queste dinamiche dovranno essere confermate e consolidate nei prossimi mesi perché si possa parlare di ripresa.

Il comparto industriale nei primi tre mesi dell’anno ha registrato un incremento della produzione dell’ 1,9% rispetto allo stesso trimestre del 2014 ed anche il fatturato è risultato complessivamente accresciuto dell’1,1%. Il volume degli ordini ha evidenziato una lieve crescita, in termini tendenziali pari allo 0,7% e assicura un periodo produttivo della durata di 14,7 settimane. Fatturato ed ordinativi esteri hanno mostrato maggiore dinamismo e le percentuali di crescita sono risultate più consistenti anche in ambito regionale dove si registrano andamenti tutti di segno positivo.

Le imprese del settore Artigianato, dopo il pesante andamento rilevato nel corso del 2014, hanno evidenziato nel primo trimestre 2015 alcuni timidi segnali di cambiamento con una piccola crescita della produzione (+1,1%) e del fatturato (+0,4%) rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno. Risultano invece in controtendenza gli ordinativi ed il fatturato estero che accusano un leggero arretramento.

Anche nel settore delle costruzioni si registrano alcuni piccoli, ma finalmente positivi, segnali di “risveglio” del mercato con un incremento del volume d’affari del 2,2%, del tutto simile all’andamento che si è verificato nel contesto regionale. Il trend è positivo anche per le imprese artigianali del comparto dell’edilizia, ovvero quelle di più piccola dimensione, il cui fatturato riscontra un aumento superiore a quello che fa riferimento al totale delle imprese (+2,9%). Appaiono più fiduciose anche le aspettative degli imprenditori edili piacentini intervistati: risulta infatti accresciuta la quota di imprese che si aspettano un aumento del fatturato, mentre sono drasticamente diminuite quelle che ne attendono un ulteriore calo.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà