“Sono precario, spaccio per pagare le spese”. Arrestato un 32enne

29 Luglio 2015

WP_20150729_001 (3)-800

“Spaccio per pagare le bollette e l’affitto di casa”. Questa la giustificazione che un 32enne di Cortemaggiore ha dato martedì sera ai carabinieri di Bobbio quando, durante un controllo in via Emilia Parmense a Piacenza, l’hanno trovato in possesso di un panetto di hashish di quasi un etto e, successivamente a casa sua, di 24 dosi già confezionate e di due bilancini di precisione. Il giovane, che era in auto con un amico indiano risultato estraneo all’attività di spaccio, avrebbe spiegato agli inquirenti di lavorare saltuariamente come muratore e di non guadagnare abbastanza per pagare le spese di casa. Scusa che non gli ha evitato l’arresto in flagranza di reato. Secondo quanto emerso dalle indagini il giro di spaccio era sia a Piacenza che in bassa Valdarda. Probabilmente già domani comparirà davanti a un giudice per il processo con rito direttissimo.

WP_20150729_008 (2)-800

© Copyright 2021 Editoriale Libertà