Gossolengo, l’ex impianto Dromo sarà bonificato e diventerà un’area verde

04 Marzo 2016

IMG_7937

A vederlo oggi sembra il contrario di ciò che dovrebbe essere un ambiente naturale e un Parco, tra bombole, pezzi d’amianto sparsi ovunque e cisterne di oli esausti. Eppure, tra pochi mesi l’ex impianto “Dromo” di lavorazione degli inerti lungo il Trebbia in comune di Gossolengo sarà bonificato e diventerà un’area verde adatta alle famiglie e con una visuale panoramica sull’alveo del fiume. Tutto merito di un progetto finanziato dalla Regione e tradotto in pratica dai Parchi del Ducato. Ma intanto il sindaco di Gossolengo Angelo Ghillani lancia l’allarme sull’erosione delle sponde: il Trebbia, a furia di piene, rischia di mangiarsi via proprio la zona da bonificare.

L’intervento, che comprende anche lavori di sistemazione sulla riva opposta in comune di Gragnano, è pari a circa 150mila euro e consiste nella riqualificazione completa dell’area demaniale, con la rimozione e lo smaltimento delle lastre e dei tegoloni contenenti amianto (circa 760 metri quadrati di superficie), la rimozione delle parti metalliche, delle strutture in ferro e legno e dei serramenti, la demolizione delle pareti di cemento e mattoni, la messa in sicurezza delle vasche contenenti gli oli bituminosi mediante la loto chiusura, il posizionamento di una recinzione perimetrale e l’installazione di cartelli informativi. I lavori saranno effettuati nella bella stagione e dovranno concludersi entro la fine dell’anno.

Altri dettagli sul quotidiano Libertà.

IMG_7942

© Copyright 2021 Editoriale Libertà