Rivoluzione del Corso, parte il test.
Senso unico e doppia ciclabile

12 Aprile 2016

Corso Vittorio Emanuele II

Il blitz scatterà nella notte tra sabato 30 aprile e domenica 1° maggio. Con il favore delle tenebre – verrebbe da dire, ma in realtà sarà per arrecare il minor disagio ai piacentini – gli operai del Comune disporranno le strutture provvisorie per delineare la nuova conformazione del tratto che va dalla statua di Sant’Antonino al Dolmen: senso unico per le auto, ciclabile sul lato sinistro a doppio senso di marcia, marciapiede allargato sul lato destro (occupando anche l’attuale ciclabile).

Non solo: spariranno i posti auto, ad esclusione di quelli nello slargo, destinati esclusivamente a portatori di handicap e carico/scarico merci. Le fermate dell’autobus verranno spostate, arretrandole all’altezza del liceo Respighi.

Novità anche per la viabilità verso via Venturini: sarà consentita la svolta a sinistra, al semaforo, solamente ai residenti, mentre tutti gli altri mezzi dovranno obbligatoriamente svoltare a destra e proseguire lungo lo stradone Farnese. Niente più “giro” intorno al Dolmen, quindi. L’accesso a viale Malta o via Beverora sara consentito solo da via Palmerio, che rimarrà a doppio senso di circolazione.

“La sperimentazione – ha spiegato l’assessore Giorgio Cisini – durerà circa due mesi; sarà fatta con strutture mobili (new jersey di plastica) secondo il piano concordato con i commercianti e in questo periodo non ci saranno cantieri. Servirà a capire quali correzioni applicare prima di partire con i lavori”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà