Stato d’emergenza per il maltempo di marzo. Tempo instabile fino a sabato

11 Maggio 2016

Allagamenti a Chiavenna  Landi (10) (fsl)-1000

Il Consiglio dei ministri, nella seduta di ieri, ha dichiarato lo stato di emergenza nazionale per il maltempo che ha colpito l’Emilia-Romagna tra il 27 febbraio e il 27 marzo.

Soddisfazione della Regione, che aveva avanzato la richiesta. Tra le province interessate c’è quella di Piacenza, insieme a Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna e alcuni comuni di Ferrara, Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna. Sono in arrivo le risorse per completare gli interventi.

Il provvedimento, giunto dopo i necessari sopralluoghi svolti dai tecnici del Dipartimento nazionale di Protezione civile, è il passo che precede l’assegnazione di risorse nazionali, indispensabili per proseguire gli interventi urgenti già avviati con i fondi regionali.

PREVISIONI – Sta lentamente transitando sul piacentino la perturbazione atlantica che già dalla notte ha portato le piogge.

“E’ una perturbazione tipicamente primaverile – spiega Vittorio Marzio di Meteovalnure.it – con precipitazioni abbondanti e assenza di freddo.  Il maltempo durerà fino a tutta la mattinata di domani, – prosegue Marzio – con una pausa nel pomeriggio odierno e porterà accumuli attorno ai 50mm di pioggia, anche a causa della lentezza con la quale la massa nuvolosa si sposta da ovest verso est”.

Dal pomeriggio di domani è previsto un parziale miglioramento, ma l’instabilità durerà fino a sabato.

La Protezione civile dell’Emilia Romagna ha emesso ieri una allerta meteo per temporali in diverse zone della Regione tra le quali il territorio piacentino, a partire dalle 8 di oggi fino alle 14 di domani.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà