Provincia

Caffè e sigarette con banconote false, in libertà la 39enne arrestata dai carabinieri

3 giugno 2016

banconote false

E’ stata rimessa in libertà, la trentanovenne piacentina che lo sorso 6 maggio era stata arrestata dai carabinieri di Rivergaro, con l’accusa di spendita di banconote false in un paio di esercizi di Cassolo, comune di Bobbio. Lo ha stabilito il giudice nel corso di un’udienza celebrata in tribunale nei giorni scorsi.

La signora si era fermata presso una pizzeria ed aveva ordinato un caffè pagando con 50 euro, poi risultati falsi. Subito dopo aveva raggiunto una tabaccheria ed aveva comprato un pacchetto di sigarette, saldando con un’altra banconota poi risultata fasulla. I commercianti raggirati, si sono resi conto che i biglietti erano contraffatti solo quando la signora è ripartita ed hanno chiamato il 112, segnalando ai militari dell’Arma il modello dell’auto. Una pattuglia dei carabinieri di Rivergaro ha intercettato il veicolo in prossimità di Rivergaro e la donna è stata fermata. Nel portafoglio è risultata vere altre due banconote da 50 euro false, mentre altre tre banconote, sempre contraffatte, sono state rinvenute presso la sua abitazione.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia Val Trebbia

NOTIZIE CORRELATE