Piacenza

Prosciugati i conti correnti di 4 anziani soli: banda di sinti sgominata

20 luglio 2016

procura-piacenza-1024x682

Associazioni a delinquere, circonvenzione e truffa ai danni di anziani e persone incapaci di intendere e volere. Sarebbero le accuse con cui sono state arrestate, dalla polizia, a Piacenza e Parma, quattro donne appartenenti a famiglie di ex nomadi che vivono da tempo in Emilia-Romagna. Le indagini della Squadra Mobile sono partite da una presunta circonvenzione nei confronti di un anziano emersa grazie alla segnalazione di una dipendente delle poste che aveva notato anomali prelievi dal conto corrente dell’uomo accompagnato sempre da nomadi. Sarebbero poi emersi altri casi simili che hanno coinvolto tre pensionati piacentini, vittime di una vera e propria associazione per delinquere composta da otto persone. La banda approfittava di persone per bene, sposati o vedovi, pensionati e, soprattutto di età avanzata. L’associazione, composta da donne e loro parenti, tutti sinti, si sarebbe mossa con spietatezza. Nelle intercettazioni è infatti emerso che le donne conquistavano le vittime con il loro comportamento premuroso definendoli poi ‘gagì da sfruttare (“stranieri”). Con false promesse conquistavano la fiducia delle vittime che subivano continue richieste di denaro. I conti in banca di alcune vittime sono stati prosciugati (dai 20 a 80 mila euro per ognuno).

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE