Piacenza

Criminalità a Piacenza: reati in calo, aumentano scippi e frodi informatiche

3 ottobre 2016

scippo3

Aumentano scippi, truffe, frodi informatiche e borseggi; diminuiscono rapine, furti in abitazione e i furti in generale. E’ la fotografia della criminalità a Piacenza scattata dal quotidiano economico il “Sole 24 Ore” (sulla base dei dati forniti dal Ministero dell’Interno, dipartimento della Pubblica Sicurezza) che mostra come nel 2015 i reati denunciati nella nostra città siano calati del 2,6% rispetto al 2014. Piacenza è 31esima nella classifica generale con 4.352 reati rilevati ogni 100mila abitanti. Una graduatoria dove spicca il primo posto di Rimini, seguita da Bologna e Milano. Diverse città dell’Emilia Romagna nelle prime 20 posizioni: oltre alle due già citate, troviamo Ravenna (sesta) e Reggio Emilia, Modena e Parma, rispettivamente al 17esimo, 18esimo e 19esimo posto. Fra le province più “tranquille” invece Oristano, Pordenone e Rieti.

Nel dettaglio a Piacenza i furti totali fanno registrare un -6,45%, quelli in abitazione -11%. In calo anche i furti delle autovetture (-7,44%) e le rapine (-16,44%). Le voci in aumento riguardano i borseggi con un +13,37%, ma soprattutto le truffe e le frodi informatiche con un +16,85% confermando l’andamento nazionale. Salgono anche i furti nei negozi (+4,10%) e gli scippi (+13,51%).

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE