Piacenza

Borgofaxhall, ultimatum al Comune.
La replica: “Pratica entro Natale”

26 novembre 2016

Borgofaxhall-800

I responsabili della galleria Borgofaxhall lanciano un ultimatum al Comune: “A nome di tutti i commercianti, i condomini, i residenti, i pendolari e i lavoratori di questo comparto – spiega l’amministratore delegato Cesare Bertola – esprimo grande rammarico e preoccupazione per lo stato delle cose ed anticipo azioni clamorose di protesta nel caso in cui non si giungesse entro Natale alla chiusura dell’iter amministrativo”. Bertola ricorda all’attuale giunta-Dosi gli impegni presi, ma punta il dito contro “tutte le amministrazioni che in questi 17 anni si sono susseguite alla guida della città”.

Il Comune replica facendo sapere che “entro la fine dell’anno, quindi prima di Natale, la complessa pratica approderà in consiglio comunale, a cui spetta l’ok definitivo”.

Il piano di riqualificazione, approvato dallo stesso consiglio il 30 ottobre 2014, prevede che l’immobiliare Coemi Property (che realizzò Borgofaxhall a cavallo del nuovo millennio) paghi il suo debito cedendo al Comune 3.300 metri quadrati di locali sopra la galleria commerciale. Palazzo Mercanti si dovrà, invece, fare carico della realizzazione del terminal delle corriere, dei parcheggi pubblici e della riqualificazione degli spazi verdi, opere da finanziare tramite la vendita delle sedi comunali di via Verdi e via Scalabrini, i cui uffici verrebbero trasferiti in alcuni spazi di Borgofaxhall da acquisire.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE