“Pertite parco urbano”, la commissione boccia il cambio e scoppia il caos

09 Marzo 2017

“Aprire alla destinazione di verde attrezzato vuol dire aprire alla possibilità di edificare l’area fino al 70% e quindi distruggere il polmone verde che è la Pertite“. Samuele Raggi (gruppo misto) nella commissione consiliare ha chiesto con forza all’amministrazione di essere coerente con quanto promesso in campagna elettorale. Parole forti anche da Andrea Gabbiani (M5S) che ha detto: “Si tratta di un fatto politico importantissimo, io voglio una destinazione a verde non a verde attrezzato”.
Alla commissione sulla variazione della dicitura di destinazione d’uso della Pertite – da verde attrezzato a parco urbano – hanno partecipato da uditori anche i membri del comitato degli Amici del Parco della Pertite. Quando la proposta è stata bocciata in aula è scoppiato il caos. “È evidente che queste persone non hanno la minima intenzione di realizzare ciò che i cittadini hanno chiesto – ha detto Marco Natali per Legambiente e il comitato Amici della Pertite – i cittadini hanno chiesto in tutti i modi un bosco urbano”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà