Ecco la primavera, piogge tra giovedì e venerdì. Ma rimane il deficit idrico

21 Marzo 2017

Partita meteorologicamente prima del previsto, la primavera è entrata di diritto nel calendario ieri, 20 marzo con un giorno d’anticipo, a motivo dell’equinozio 2017 e della precessione dell’asse terrestre.

Argomentazione astronomiche complicate, solo per esperti del settore. Ai più, però, non è sfuggito che comunque – giorno più, giorno meno – la primavera e arrivata riportando il clima sui valori che le sono più consoni, almeno per quanto riguarda le temperature. Già da ieri infatti il termometro si è riportato sulle medie di stagione con temperature massime intorno ai 20 gradi. Non si può dire altrettanto per le precipitazioni: nemmeno le piogge previste tra giovedì e venerdì – tra i 10 e i 15 millimetri di accumuli uniformemente sparsi su tutto il territorio piacentino e portati dal passaggio di una perturbazione atlantica – serviranno a colmare il deficit idrico che da mesi fa soffrire la campagna.

“E’ ancora presto per capire come sarà la stagione che inizia oggi – spiega l’esperto Vittorio Marzio di MeteoValnure.it – ma senz’altro dobbiamo sperare che sia piovosa se vogliamo che le falde si riportino sui livelli normali”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà