Sostanze pericolose

Allarme droga tra i giovani, si inizia a 12 anni. Agosti: “Effetti devastanti”

6 luglio 2017

E’ emergenza droga soprattutto tra i giovanissimi. A lanciare l’allarme Antonio Agosti, medico del pronto soccorso dell’ospedale di Piacenza e direttore sanitario di Croce Rossa. “L’età degli assuntori si sta abbassando molto, già a 12 anni i ragazzi cominciano con la cannabis. Ma a preoccupare è anche il fenomeno dei 60enni insospettabili che fanno uso di sostanze stupefacenti soprattutto nei weekend per “migliorare” i rapporti interpersonali senza invece rendersi conto dei pericoli”. Ogni anno, nel mondo, vengono scoperte 400 nuove sostanze, potenzialmente pericolose proprio perché sconosciute. Molte droghe “vecchie” vengono modificate per potenziarne gli effetti. “Diventa sempre più difficile fare diagnosi precise – spiega Agosti – perché i laboratori non sono attrezzati per individuare un numero così elevato di sostanze “ignote”. Da qui il pericolo di effetti collaterali anche devastanti”. La Regione si sta attivando con diversi progetti che coinvolgono operatori di strada e formazione negli ospedali. “A livello locale il prossimo obiettivo è di raggiungere potenziali assuntori giovanissimi. Fino ad oggi siamo andati nelle scuole superiori ma dobbiamo pensare che la prevenzione va fatta già alle elementari”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE