Fermato per un controllo, colpisce i carabinieri e scappa. Nel suo appartamento in via Manfredi scoperto laboratorio della droga

12 Luglio 2017

Dosi di marijuana già pronte, altre da confezionare, carta stagnola e denaro: un laboratorio della droga è stato scoperto dai carabinieri in via Manfredi a Piacenza. La perquisizione è nata da un controllo in via Patrioti dove i carabinieri della stazione Levante hanno fermato un 33enne nigeriano che, alla richiesta di documenti, ha colpito i due militari e si è dato alla fuga.

Raggiunto anche grazie all’intervento dell’Ivri, addosso allo straniero sono state trovate 18 dosi di droga e i suoi documenti non erano in regola. Dalla perquisizione dell’appartamento in via Manfredi, effettuata anche grazie all’ausilio dell’unità cinofila della Guardia di Finanza, sono emerse le dosi di marijuana già pronte per la vendita, altre da confezionare e tutto l’occorrente per la preparazione degli stupefacenti. Complessivamente sono stati sequestrati circa 300 grammi di marijuana. Secondo gli inquirenti l’uomo arrestato forniva droga agli spacciatori dei giardini Margherita. Il 33enne verrà processato per direttissima, i due carabinieri colpiti hanno una prognosi di 15 giorni ciascuno.

Dall’inizio dell’anno i carabinieri hanno effettuato 15 arresti per spaccio nell’area del quartiere Roma.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà