Tronchese da quasi un metro

Il colpo da “Hulk” fallisce: troppo tempo per allargare le inferriate. Ladri arrestati

11 novembre 2017

Due piacentini rispettivamente di 63 e 64 anni sono stati arrestati dalla polizia con l’accusa di furto aggravato in concorso. Gli agenti sono intervenuti in via Morigi angolo via Emanuelli nella notte in un bar. Un cittadino aveva notato una persona sospetta aggirarsi all’interno di un giardino condominiale e ha chiamato le forze dell’ordine. Quando i poliziotti sono arrivati sul posto hanno notato che le inferriate del bar erano state divelte di 30 centimetri e quindi, sospettando che dentro ci fosse qualcuno, hanno chiamato la proprietaria che ha aperto la saracinesca.

I sospetti erano fondati e infatti gli agenti hanno sorpreso due ladri che, alla vista della polizia, sono rimasti immobili con in mano la refurtiva. Bottino composto da: fondo di cassa oltre a monete provento di videopoker anche loro scassinati, per un valore di 70 euro. I malviventi si sono addirittura complimentati con i poliziotti affermando che “non saremmo riusciti a scappare perché abbiamo impiegato mezz’ora per creare il buco nelle inferriate”. Gli agenti hanno trovato anche un “tronchesone” lungo quasi 70 cm, un crick (usato per allargare le sbarre delle inferriate), diversi piedi di porco e altri strumenti utilizzati per il colpo.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE