Ponte Pievetta, nuove barriere e altri cartelli per far rispettare i divieti

27 Gennaio 2018

Il Comune di Castelsangiovanni ha inviato una lettera alla Provincia di Pavia per chiedere maggiori cartelli che segnalino il nuovo divieto lungo il ponte di Pievetta, dove i mezzi sopra le 3,5 tonnellate non possono più passare. Per evitare code e imbottigliamenti che in questi giorni stanno generando un vero e proprio caos lungo il viadotto, il Comune chiede all’ente pavese, titolare del manufatto, di posizionare più cartelli e di spostare le strettoie che oggi si trovano a metà del ponte, prima dell’imbocco del viadotto.

Proprio nella mattina di oggi, 27 gennaio, il prefetto di Piacenza Maurizio Falco ha presieduto una riunione in cui erano presenti forze dell’ordine e istituzioni coinvolte: “Ravvisata la necessità di attivarsi anche da parte delle Istituzioni piacentine (Comune di Castel San Giovanni, Provincia ed organi di polizia stradale innanzitutto) – spiega la prefettura – si è condiviso un primo pacchetto di interventi, finalizzato ad aggiungere in territorio di Castel San Giovanni il posizionamento di strutture fisiche per impedire il transito dei veicoli pesanti, ad illuminare al meglio la cartellonistica già presente o da implementare, a contattare gli organi di diffusione nazionali e locali per potenziare delle informazioni sul divieto vigente per la specifica categoria di veicoli”.

L’incontro si è concluso con un rinvio a metà del prossimo mese per verificare l’efficienza delle misure e dei controlli su strada, che continueranno ad essere svolti con mirata attenzione da parte degli organi di polizia stradale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà