Vita in comunità

“Ho iniziato a drogarmi a 16 anni”. Le storie di “Luna Stellata”

19 febbraio 2018

A 16 anni ha iniziato a drogarsi oggi che di anni ne ha 25 e uno splendido bimbo di 1 anno e mezzo ha ricominciato una nuova vita grazie alla comunità piacentina “Luna Stellata” dove è approdata proprio per i problemi di tossicodipendenza. La chiameremo Elena(nome di fantasia) la mamma che, con grinta e determinazione, è uscita dal tunnel della dipendenza per poter crescere il suo piccolo garantendogli una vita migliore della sua. “All’inizio non volevo accettare l’ingresso in comunità perché questo mondo non mi apparteneva, per me la normalità era il disordine – spiega la giovane – ho dovuto aspettare anche un anno prima di vedere il mio bambino e solo dopo 3 mesi di colloqui con le psicologhe ho iniziato a fidarmi”.

Federica (altro nome di fantasia) ha 35 anni e anche lei vive nella comunità alle porte di Piacenza. “Il mio bimbo è nato in astinenza e l’istinto materno mi ha portato a prendere una decisione per salvarlo: entrare nella struttura e disintossicarmi – spiega – il destino lo scegliamo noi”. Luna Stellata è una comunità residenziale specialistica. Si rivolge a donne tossicodipendenti che necessitano di un percorso sulla genitorialità (in gravidanza, con o senza figli in struttura).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE