Rubano due bici da ottomila euro e tentano la fuga: piacentini inseguiti e fermati in Toscana

20 Marzo 2018


In fuga subito dopo la partenza della Gran Fondo della Versilia, con due biciclette da ottomila euro ciascuna. Non è la cronaca di una corsa ciclistica, ma del furto messo a segno da due piacentini di 52 e 57 anni. A riprenderli non è stato il gruppo dei ciclisti, ma le pattuglie della polizia stradale di Viareggio, che li hanno arrestati.
I piacentini, già noti per essere specializzati nei furti di biciclette professionali (con telaio in carbonio, dal valore molto elevato), domenica erano stati visti aggirarsi nel parcheggio riservato ai corridori.

Appena partita la gara da Camaiore, sono entrati in azione, rubando le due bici, caricandole in auto e imboccando l’autostrada A/12. Scattato l’allarme, la polizia si è messa all’inseguimento, bloccandone la vettura all’altezza di Massa, evitando anche uno speronamento.
I due hanno provato un’ultima disperata fuga nei campi, ma sono stati bloccati e arrestati dai poliziotti, che hanno anche riportato alcune ferite. Le biciclette sono state restituite ai proprietari.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà