Provincia più sicura, attese 35 nuove telecamere in undici comuni. Firmato il “Patto per la sicurezza”

26 Giugno 2018


Nuove telecamere per monitorare il territorio e garantire maggiore sicurezza per i cittadini. Dopo il Comune di Piacenza, altri enti hanno firmato il “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana”, atto preliminare per poter partecipare al bando nazionale volto ad ottenere dal Ministero dell’Interno finanziamenti per l’installazione di telecamere per la videosorveglianza.

In prefettura erano presenti i presidente dell’Unione Valnure e Valchero e dell’Unione Montana Alta Val Nure, Francesco Rolleri e Paolo Negri e i sindaci dei Comuni di Morfasso e Borgonovo Paolo Calestani e Pietro Mazzocchi, che complessivamente richiedono 35 telecamere tra lettura targhe e ambientali per presidiare i punti strategici dei loro comuni. I Comuni sono disponibili a finanziare metà dell’importo a favore della sicurezza della cittadinanza.

“Le telecamere sono sistemi di supporto all’azione delle forze dell’ordine: l’interazione tra tecnologia ed essere umano è la fase più importante di questo progetto” ha commentato il prefetto Maurizio Falco.

All’incontro hanno partecipato anche il questore Pietro Ostuni, i colonnelli Corrado Scattaretico e Daniele Sanapo, comandanti provinciali rispettivamente dei Carabinieri e della Guardia di finanza che hanno sottolineato l’importanza della sinergia tra istituzioni, forze dell’ordine e cittadini, “una condizione che nel Piacentino si riscontra e rappresenta un valore aggiunto” hanno commentato.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà