Accordo tra Regioni

Emergenza rifiuti, Piacenza aiuta la Liguria. Da Genova in arrivo 5mila tonnellate

7 agosto 2018

Ottantatre tonnellate di rifiuti al giorno provenienti da Genova saranno smaltite nei termovalorizzatori di Parma e Piacenza ogni giorno per quattro mesi. In tutto si tratta di 10mila tonnellate che saranno ripartite tra le due città ducali, nel rispetto dei limiti autorizzati per ciascun impianto. Il quantitativo che verrà smaltito è l’equivalente di quanto trattato in media in 15 giorni di normale attività.

La giunta regionale dell’Emilia Romagna ha deliberato l’aiuto alla Regione Liguria che pagherà un un contributo aggiuntivo di 14 euro a tonnellata in qualità di “rimborso ambientale”, in più rispetto al costo ordinario.
La Regione Emilia Romagna, in una nota, fa sapere che l’emergenza temporanea che interessa la Città metropolitana di Genova deriva dall’assenza della piena operatività dell’impianto di smaltimento “Scarpino 3”, posto a servizio del capoluogo ligure ed in attesa di essere adeguato alle direttive ministeriali sul pretrattamento dei rifiuti.
L’assessore all’ambiente Paola Gazzolo ha dichiarato: “Una scelta di solidarietà condivisa con i territori, limitata nel tempo e nelle quantità accolte. C’è l’impegno concreto della Liguria per adeguare l’impianto di trattamento di ‘Scarpino 3’ e superare definitivamente le criticità attuali”.

Emergenza Rifiuti IL COMUNICATO DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE