Dopo la tragedia di Genova

Ponti piacentini, qual è il reale stato di salute? “Sviluppo della rete viaria ormai saturo”

17 agosto 2018

I ponti stradali sul Po che dal Piacentino permettono di accedere alla Lombardia sono ancora tutti chiusi al traffico pesante. Per oltrepassare il Grande Fiume tir e camion sono così costretti a percorrere i due ponti autostradali, quello dell’A1 a Piacenza e quello dell’A21 a Castelvetro, sovraccaricando tali tronchi in maniera non indifferente. “Ma ci possiamo immaginare se dovesse accadere qualcosa di grave?”.

A pochi giorni dalla catastrofe del viadotto Morandi di Genova Claudio Bassanetti, imprenditore nel settore delle estrazioni e vicepresidente di Confindustria con delega alle infrastrutture, torna a battere su un tasto dolente, quello di uno sviluppo della rete viaria “ormai saturo”. Sono oltre 370 i viadotti presenti sul nostro territorio.

SU LIBERTA’ IN EDICOLA I SERVIZI COMPLETI DEDICATI

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE