“Street control” fa strage: 6mila veicoli controllati, quasi 70 fuori legge

16 Febbraio 2019

Lo “street control”, dispositivo installato sulle auto della polizia stradale, che permette la lettura automatica delle targhe, ha fatto “strage” di veicoli fuori norma. Durante i servizi di controllo, 13 complessivi, sono stati “rilevati” 6mila veicoli e grazie alle verifiche effettuate in tempo reale, dal sistema automatico, sono state sequestrate 12 auto che circolavano sprovviste di regolare assicurazione, sono state sospese dalla circolazione 24 vetture a cui mancava la regolare revisione. Trentuno sono le autovetture sequestrate e destinate alla confisca entro 180 giorni se il proprietario non provvederà all’immatricolazione in Italia, come previsto dalle recenti normative.

Il dispositivo in dotazione alla stradale è stato fornito in comodato d’uso per tre anni dall’ANIA (Associazione Nazionale per le Imprese Assicuratrici). Sono 120 quelli in uso in Italia, dotati di tecnologia per la lettura automatica delle targhe durante il regolare turno di servizio e, con il collegamento diretto alle diverse banche dati, segnalando agli operatori, in tempo reale, se il veicolo visualizzato risulta essere oggetto di reato, non assicurato ovvero non sottoposto a regolare visita di revisione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà