Colpevole di violenza sessuale alla moglie e maltrattamenti in famiglia: condannato a 6 anni e 4 mesi

01 Marzo 2019

Riconosciuto colpevole di violenza sessuale alla moglie, maltrattamenti in famiglia e lesioni, un disoccupato macedone cinquantenne residente a Piacenza è stato condannato con rito abbreviato a 6 anni e 4 mesi e al pagamento di 50 mila euro ai suoi famigliari costituitisi parte civile, con una provvisionale immediatamente esecutiva di 20 mila euro. Il processo si è celebrato davanti al Gup Stefania di Rienzo e al pm Matteo Centini. L’avvocato difensore aveva chiesto l’assoluzione per il suo assistito.

L’episodio costato la condanna al macedone, che era presente in aula, era avvenuto il 2 luglio dello scorso anno in città, dove i due coniugi abitano con due figli. L’uomo non era nuovo a maltrattamenti in famiglia, in precedenza infatti aveva patteggiato tre anni e pagato il debito con la giustizia era stato riaccolto in casa dalla moglie. Poi una nuova violenza domestica.

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà