Dall’arte alla violenza: festa della donna ricca di eventi. Telefono Rosa insorge contro sentenza femminicidio: “Inquietante”

04 Marzo 2019

“Inquietante, spazzati via 40 anni di lotte e conquiste da parte delle donne”, è il giudizio che Donatella Scardi, presidente di Telefono Rosa di Piacenza, esprime in merito alla decisione della Corte di Assise di Bologna di dimezzare la pena nei confronti di un uomo colpevole di aver ucciso la propria compagna nel 2016 a Rimini. Nella sentenza si parla di atto compiuto durante una “tempesta emotiva”. “Se passa il messaggio che si può uccidere perché si sta attraversando un momento emozionale molto forte e di perdita di possesso della donna è finita” – ha spiegato la Scardi a margine della presentazione del ricco programma dell’amministrazione comunale dedicato all’8 marzo. “Non è stato un bel regalo per la festa della donna”.

Intanto stamattina, 4 marzo, in comune, è stato illustrato il calendario degli eventi che vede il coinvolgimento di numerose associazioni del territorio impegnate a mettere in campo progetti e  appuntamenti che spaziano dall’arte, all’educazione finanziaria, alla musica, alla salute, i libri, le testimonianze e i temi più delicati come la violenza e le relazioni tossiche.

Locandina 8 marzo

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà