Traffico di anabolizzanti: arrestato piacentino trovato con 20 fiale di nandrolone

12 Marzo 2019

C’è anche un piacentino tra i 12 arrestati dai carabinieri del comando per la Tutela della salute di Roma guidati dal colonnello Andrea Zapparoli, che hanno stroncato un traffico via internet di sostanze anabolizzanti. Il blitz è scattato all’alba in Sicilia, Calabria, Puglia, Campania, Emilia Romagna e Piemonte; il cuore dell’organizzazione era in provincia di Enna, ma con ramificazioni in tutta Italia: gli 11 componenti sono finiti in manette.
Durante le perquisizioni sono state trovate a casa di un piacentino 20 fiale di nandrolone, considerato sostanza stupefacente: è stato quindi arrestato.

L’indagine ha battuto anche i social network e i siti web utilizzati per la vendita delle sostanze che da Nissoria partivano verso le provincie di Salerno, Lecce e Modena per essere distribuite in tutta Italia. Gli acquirenti erano giovani atleti non professionisti, gestori di palestre e di negozi di articoli per body builder. Notificati 57 decreti di perquisizione in due anni di attività investigativa che hanno consentito il sequestro di circa 18mila confezioni di sostanze dopanti, di cui circa 300 flaconi di nandrolone, per un valore complessivo stimato di circa un milione di euro.

IL COMUNICATO DEI CARABINIERI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà