Fucile ad aria compressa

Torna a colpire il killer dei piccioni a Pittolo. Preoccupazione e proteste tra i residenti

7 aprile 2019

È stato lo sparo secco e deciso, intorno alle 10,00 di tranquillo sabato mattina, a sollevare un alone di mistero su Pittolo. Nel cortile privato di alcune villette a schiera in via Leonardi, è stata trovata la carcassa di un volatile: secondo le segnalazioni di molti residenti, si tratta dell’ultimo animale finito nel mirino di un “cacciatore di piccioni” armato di una carabina ad aria compressa.

Dopo il rimbombo della fucilata, sul gruppo del controllo di vicinato si è alzata la preoccupazione degli abitanti. Un uomo ha contattato il centralino della polizia municipale, giurando di aver visto l’accaduto con i suoi occhi: “Mi risulta che qualcuno spari ai piccioni. Ho assistito alla scena, proprio nel momento in cui l’uccello è precipitato al suolo. Non si può, è vietato”. Non sarebbe però la prima volta che i piccioni vengono impallinati coi proiettili a piombini in mezzo alle abitazioni.


© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE