Borgonovo

Donna sgozzata: marito bloccato a Treviso con i figli piccoli e accusato di omicidio. Iannucci: “La priorità era trovare i bambini sani e salvi”

9 maggio 2019


Non ha detto una parola ed è apparso tranquillo Abdelkrim Foukahi, marocchino di 39 anni, marito di Damia El Assali, trovata senza vita ieri mattina, mercoledì 8 maggio, nella sua abitazione di Borgonovo. L’uomo ora si trova in carcere a Venezia in attesa dell’interrogatorio, la procura di Piacenza ha emesso il fermo di indiziato di delitto che il gip di Venezia dovrà convalidare nelle prossime ore.

Il cadavere della donna è stato scoperto ieri mattina intorno alle 9 e da quel momento le indagini degli inquirenti si sono incentrate sulle ricerche del marito, sparito insieme ai due figli della coppia di due e quattro anni. “Abbiamo dato priorità assoluta alla ricerca dei bambini nella giornata di ieri” – ha dichiarato il comandante del nucleo operativo dei carabinieri Marco Iannucci. Indagini che si sono avvalse dell’ausilio delle telecamere di videosorveglianza e diramate anche alla Polstrada. I bimbi sono stati ora affidati alla sorella della madre.

L’uomo e i bambini sono stati rintracciati ieri intorno alle 18.30 all’autogrill di Treviso. I bambini stanno bene. La morte della moglie potrebbe risalire a martedì 7 maggio ma sarà l’autopsia, che verrà eseguita domani, a stabilire con precisione l’orario del decesso. La salma presentava una profonda ferita alla gola, in casa sarebbe stato trovato un coltello compatibile con la ferita. L’abitazione si presentava in ordine e pare non ci fossero segni di colluttazione. La porta di ingresso era chiusa a chiave.

Della donna i parenti non avevano notizie da domenica sera, lunedì non si era presentata al lavoro in vetreria per il turno di notte e da martedì le sorelle avevano lanciato l’allarme. Martedì il marito era stato visto all’asilo come sempre per accompagnare a casa la figlia più grande. Ieri mattina la tragica scoperta. Nessuno rispondeva nell’abitazione e i vigili del fuoco sono entrati dalla finestra. Il cadavere della donna era disteso a terra in cucina con la gola tagliata. Non risultano precedenti denunce per maltrattamenti.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE