La scorsa notte

Arresto cardiaco: 67enne salvato in discoteca con il defibrillatore

26 ottobre 2019

Stava ballando in discoteca, nel corso di una serata latinoamericana, quando all’improvviso si è sentito male accasciandosi a terra. Un uomo di 67 anni è stato prontamente soccorso dal personale del locale e da alcune infermiere presenti sul posto che, grazie all’utilizzo del defibrillatore presente nella sala, lo hanno rianimato. E’ accaduto nella notte tra venerdì 25 e sabato 26 ottobre alla discoteca “Caprice” di Piacenza. Il 67enne è stato colpito da arresto cardiaco, ed è stato salvato grazie al tempestivo intervento dei dipendenti dello staff e da due infermieri presenti, che lo hanno defibrillato. Sul posto sono intervenute la Croce Rossa e un’automedica. L’uomo è ora ricoverato all’interno dell’unità coronarica dell’ospedale di Piacenza e le sue condizioni sono stabili.

“Il defibrillatore utilizzato durante questo intervento – ha spiegato Daniela Aschieri, responsabile di Progetto Vita – è uno dei cinque Dae, defibrillatori automatici esterni, donati ad altrettanti locali piacentini nell’ambito del protocollo d’intesa per la sicurezza delle discoteche e del progetto Disagiovani, promosso dalla Prefettura con il supporto di Progetto Vita ed Editoriale Libertà. Quella salvata ieri sera è la 124esima persona defibrillata nel Piacentino in 20 anni di Progetto Vita”. Aschieri ha poi sottolineato come, nella serata di giovedì prossimo, 31 ottobre, in tutti e cinque i locali coinvolti nel progetto verranno organizzate diverse dimostrazioni: i ragazzi delle scuole superiori mostreranno ai coetanei come applicare le manovre salvavita, istruendoli all’uso del defibrillatore.

“Grazie ancora una volta – ha commentato il prefetto Maurizio Falco – a chi ha voluto dimostrare che viene prima la vita, e poi tutto il resto: interessi, divertimento e altro. Il modo migliore per rispettare la legalità è prendersi responsabilità anche quando sembra non ci appartengono. Brava Daniela, bravi tutti”.

Nel frattempo, sono saliti a 920 i defibrillatori tra Piacenza e provincia. L’ultimo di questi è stato installato questa mattina, 26 ottobre, all’esterno del Liceo Respighi: è stato donato a Progetto Vita dal gruppo di giocatori della U.P. Virtus della parrocchia Santissima Trinità.

https://youtu.be/RnnKT8IHPE8

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE