Caorso Calcio

Allenatore in arresto cardiaco, salvato dal presidente con il defibrillatore

19 dicembre 2019

La rete di Progetto Vita continua ad inanellare salvataggi in extremis e anche oggi, giovedì 19 dicembre, un uomo è stato strappato da morte certa grazie all’utilizzo di uno delle centinaia di defibrillatori installati nella nostra provincia.

È accaduto a Caorso, dove un tecnico della locale squadra di calcio di 55 anni ha accusato un malore mentre si trovava in auto: l’uomo è riuscito a lanciare l’allarme ad un amico, Marco Amici, presidente del Caorso Calcio, che lo ha raggiunto e condotto nello studio di un medico del paese. Nello studio però le condizioni del 55enne si sono aggravate è così, in maniera tempestiva, Amici si è precipitato all’impianto sportivo distante poche centinaia di metri per recuperare il Dae.

Proprio l’applicazione degli elettrodi dell’apparecchio salva-vita si è rivelata fondamentale prima dell’arrivo dei soccorritori del 118 che, dopo aver stabilizzato il protagonista della vicenda, hanno condotto l’uomo all’ospedale di Piacenza. Le sue condizioni sono serie, ma non sarebbe in pericolo di vita.

“Sono stati attimi molto concitati e di grande trasporto emotivo – ha dichiarato Marco Amici, presidente della formazione caorsana che è intervenuto in prima persona durante quegli attimi di grande apprensione -: fortunatamente l’apparecchio era molto vicino e siamo riusciti ad intervenire tempestivamente. La dottoressa Previdi é stata fondamentale in quei frangenti”.

Quella salvata oggi è la 125esima persona defibrillata nel Piacentino in 20 anni di Progetto Vita.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia