Disastro colposo

In corso gli interrogatori dei cinque indagati per la tragedia del Frecciarossa: vivono e lavorano a Piacenza

8 febbraio 2020

 

Vivono e lavorano a Piacenza e appartengono a una squadra di manutentori dipendenti diretti delle Ferrovie i cinque indagati per disastro colposo per la tragedia del Frecciarossa, il treno ad alta velocità che giovedì all’alba è deragliato nel Lodigiano, a Livraga, provocando due morti e 31 feriti. Tutti hanno tra i 30 e i 40 anni, alcuni sono piacentini di origine, altri vivono nella nostra città ormai da tantissimi anni. L’azienda ha fornito loro difensori di fiducia per l’interrogatorio che gli inquirenti stanno svolgendo negli uffici della Polfer di Piacenza. Sembra che due degli indagati siano già usciti dopo diverse ore di interrogatorio.

La Procura di Lodi ha iscritto nel registro degli indagati gli operai che erano intervenuti poche ore prima per aggiustare un guasto proprio su quello scambio, con un deviatoio che però rimase aperto verso la corsia di ricovero, provocando poi la tragedia.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE