Fino al 1° marzo stop alle visite domiciliari degli assistenti sociali

28 Febbraio 2020

A integrazione dei provvedimenti in vigore a Piacenza da mercoledì 26 febbraio, per la prevenzione e il contenimento della diffusione del Coronavirus, è stata emanata nella serata un’ordinanza comunale integrativa che estende e precisa ulteriormente le limitazioni in atto sino a domenica 1° marzo.

In particolare, gli sportelli aperti al pubblico dei servizi comunali operanti in via Scalabrini 11 (Pianificazione Urbanistica e Attività Produttive) sono assicurati prevalentemente con collegamento telematico, demandando alla dirigenza le linee operative che definiscano le modalità di svolgimento degli appuntamenti presso gli uffici.

Per quanto concerne le attività socio-assistenziali, si specifica che sono sospese le visite domiciliari delle assistenti sociali per adulti, anziani, minori e disabili, salvo casi eccezionali espressamente autorizzati dal dirigente di settore. Si dispone inoltre la sospensione di tutti i servizi educativi domiciliari per adulti, minori e disabili, nonché la chiusura dei centri educativi e dei centri aggregativi per minori e giovani.

In merito alle attività commerciali, infine, si precisa che la chiusura degli esercizi non alimentari nelle giornate di sabato e domenica, già prevista per i negozi all’interno dei centri commerciali, è estesa a tutti i complessi, gallerie e aggregazioni commerciali sul territorio urbano.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà