Sgorbati: “Grazie a tutte le donne che aiutano Piacenza a rialzarsi”

08 Marzo 2020

Nel mezzo dell’emergenza Coronavirus, rischia quasi di passare in secondo piano. Oggi, domenica 8 marzo, ricorre la giornata internazionale di tutte le donne, con l’assessore alle pari opportunità del Comune di Piacenza Federica Sgorbati che ha scritto una lettera proprio per ricordare l’importanza di questa data.

Le misure di prevenzione e contenimento del Coronavirus, in atto in questo periodo, hanno reso inevitabile l’annullamento delle tante iniziative e manifestazioni in programma per celebrare, anche a Piacenza, la ricorrenza dell’8 marzo. Forse, nel difficile momento che stiamo vivendo, lo stop forzato può aiutarci a riflettere sul fatto che questa festa non dovrebbe coincidere semplicemente con una data. Anche per questo sarà mia premura – una volta superata la criticità dell’emergenza sanitaria e le necessarie restrizioni a tutela della salute – ricontattare le realtà impegnate sul tema della parità di genere, della lotta contro la violenza e le discriminazioni, per delineare un nuovo calendario di eventi che ci portino, insieme, a rendere omaggio a tutte le donne.

In queste giornate in cui ritmi e impegni, per molte di noi, sono ben diversi dal solito, emergono in modo ancor più marcato la tenacia, la forza e la caparbietà che ci contraddistinguono. Ne è esempio, per prima, il sindaco Patrizia Barbieri, con il suo infaticabile lavoro a difesa dei cittadini e del territorio, che prosegue senza sosta anche in questo periodo di forzata assenza per la positività al Covid-19. Accanto a lei vorrei ringraziare in modo particolare le donne che, ancor più in questa fase così delicata, mettono la loro professionalità e la loro grande umanità a servizio di noi tutti in ospedale e nei presidi di assistenza: dal personale medico e infermieristico alle operatrici socio-sanitarie, senza dimenticare le volontarie delle diverse associazioni in campo. E tutte coloro che, nella quotidianità della dimensione familiare e lavorativa, ciascuna nel proprio settore, stanno aiutando Piacenza a rialzarsi con orgoglio e voglia di reagire.

Ecco perchè, in fondo, questo 8 marzo senza conferenze, incontri pubblici, spettacoli e appuntamenti condivisi può e deve avere ancor più valore. Facendoci capire e ricordare che il rispetto per le donne non si esprime una sola volta all’anno, così come non è solo il 25 novembre, nella Giornata contro la violenza sulle donne, che siamo chiamati a condannare con fermezza e intervenire contro questo gravissimo, inaccettabile fenomeno.

Auguri a tutte le donne, che nelle difficoltà sanno sempre dare il meglio non solo per sé stesse, ma per gli altri.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà