Coronavirus

Cartelloni e disegni per sostenere la sanità: “Coloriamo Piacenza”

17 marzo 2020

“Andrà tutto bene”. È la frase che tanti piacentini stanno esponendo su cartelloni, fogli e post-it d’incoraggiamento agli operatori sanitari impegnati nella dura lotta contro il Coronavirus: un messaggio semplice ma efficace per trasmettere un po’ di positività in questo momento davvero difficile. Tre parole di sostegno e fiducia che anche Paola Antonini, infermiera dell’ospedale di Piacenza, e sua figlia Beatrice Florio hanno impresso su uno striscione a caratteri cubitali, invitando le altre persone a fare lo stesso: “Invitiamo la gente ad appendere i propri cartelloni su balconi, finestre e porte per dare un tocco vivace alla città in questo periodo triste”. La piccola di otto anni ha già preparato tanti disegni: “Al pomeriggio studio, faccio i compiti e coloro. Mi mancano i miei compagni di classe, ma bisogna restare in casa”. E in un video registrato insieme alla madre, Beatrice dà la carica a chi la ascolta: “Forza Italia! Ce la faremo se rispettiamo le regole tutti insieme”.

In un condominio di Piacenza, un’altra bambina ha scritto di proprio pugno una lettera che fa riflettere: “Mi auguro che tutti capiscano che le piccole cose sono importanti, che i rapporti umani contano più dei soldi e degli oggetti. Quando sarà tutto finito, nel mio condominio faremo una grande festa in cortile. Prima del Coronavirus non ci conoscevamo tutti, invece ieri abbiamo cantato e acceso le torce insieme per sentirci meno soli. Questo è il mondo che vorrei”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza