Soprattutto giovani

Cena a casa di amici e pranzo al ristorante cinese: denunciati dalla polizia

19 marzo 2020

Continuano senza sosta i controlli della polizia di Stato per il rispetto delle norme emanate dal Governo per arginare il contagio da Coronavirus.  Numerose sono state le denunce scattate da parte del personale impiegato nei servizi predisposti dalla Questura.

Ieri, 18 marzo, all’interno di un appartamento del centro storico di Piacenza gli agenti hanno sanzionato cinque giovani che stavano tranquillamente mangiando e bevendo alcolici. Gli agenti sono intervenuti a seguito di alcune segnalazioni da parte dei vicini, che si sono lamentati per i continui schiamazzi. Le forze dell’ordine, giunte sul posto, hanno identificato i cinque ragazzi, tutti di origini straniere. Nessuno di loro era residente in quell’appartamento e dunque, secondo le recenti misure anti-Coronavirus, è scattata a denuncia.

Oggi sono invece state sanzionate altre 15 persone che stavano pranzando all’interno di un ristorante cinese. I dipendenti, che avevano organizzato il momento conviviale, sono stati denunciati tutti all’autorità giudiziaria. Il titolare del ristorante in questione sarà immediatamente segnalato alla Prefettura per la sospensione dell’attività. Sempre nel pomeriggio di oggi sono stati denunciati due giovani stranieri che, nonostante fossero stati già sanzionati un paio di giorni fa, bivaccavano all’interno di un’area verde.

Proseguirà incessante l’attività di controllo da parte della polizia di Stato per vigilare sul rispetto dei divieti emanati per l’emergenza Coronavirus. Il Questore ribadisce la necessità assoluta di stare in casa, salvo i casi di necessità contemplati dal decreto-legge. Invita nuovamente gli adulti e i giovani ad astenersi da condotte che mettono in pericolo la salute dell’intera collettività. Rinunciare al divertimento oggi ci consentirà di tornare a vivere la nostra quotidianità.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza