Trovato e multato sulle rive del Trebbia: “Ho portato i bimbi perché piangevano”

06 Aprile 2020

“I miei due bambini, in casa, continuavano a piangere. Li ho portati a fare un giro per calmarli”. Si è giutificato così questo giovane papà piacentino, sorpreso dagli agenti della polizia locale Unione bassa Val Trebbia e Val Luretta mentre passeggiava in compagnia dei propri figli lungo il greto del Trebbia nel comune di Gossolengo. L’uomo, che per spostarsi ha utilizzato l’auto, è stato sanzionato con una multa da 373 euro, per aver violato le norme anti-Coronavirus dettate dal Governo.

Sempre a Gossolengo, all’esterno di un supermercasto del paese, un nigeriano di circa 40 anni è stato identificato e sanzionato: chiedeva con insistenza, e senza mascherina, l’elemosina ai clienti in fila per la spesa.

A proposito di controlli, il comandante Alessandro Gambarelli ha reso noto che gli agenti dell’Unione bassa Val Trebbia e Val Luretta elevano in media dalle tre alle quattro sanzioni al giorno nei territori di competenza (Gossolengo, Rivergaro, Calendasco, Rottofreno e Gragnano). Quotidianamente sono impegnate quattro pattuglie, per un totale di circa 60 controlli effettuati nell’arco delle 24 ore. Oltre ai pattrugliamenti, gli agenti sono impegnati anche in servizi di assistenza anziani.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà