Piacenza e provincia

Spaccio sotto casa e furto ad Amazon: due arresti dei carabinieri

9 aprile 2020

I carabinieri della stazione di Piacenza Levante, impegnati nei controlli per il rispetto delle restrizioni relative all’emergenza sanitaria da Covid-19, hanno arrestato un egiziano di 24 anni domiciliato a Piacenza, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e inottemperanza alla normativa sugli stranieri. Il giovane è stato fermato ieri, mercoledì 8 aprile, in città davanti alla sua abitazione, dove riceveva tossicodipendenti che, spesso e volentieri, giungevano in bicicletta incuranti delle misure restrittive sulla mobilità.

Il pusher aveva con sé 24 grammi di hashish, suddivisi in otto dosi pronte allo spaccio e 75 euro in banconote di piccolo taglio. I militari hanno inoltre accertato che il 24enne, ospite in casa di un parente, non aveva ottemperato al decreto di espulsione emesso a suo carico dal Prefetto di Taranto nell’ottobre del 2018. La droga è stata sequestrata, e il giovane egiziano è finito agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima, che avverrà oggi in videoconferenza.

Sempre ieri, ma questa volta a Castel San Giovanni, i militari della locale stazione hanno tratto in arresto un senegalese 20enne, residente in provincia di Pavia. Il giovane, fermato dal personale della vigilanza alla fine del turno di lavoro presso il magazzino centrale di Amazon, aveva trafugato una felpa, un caricabatterie e un paio di auricolari. I militari, una volta allertati, sono giunti immediatamente nel magazzino commerciale e hanno arrestato il giovane per furto aggravato. La refurtiva, del valore di 100 euro, è stata restituita.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia