Il 30 marzo 2015

Auto bloccò per un’ora il traffico in via Scalabrini: assoluzione in tribunale

19 maggio 2020

Si è concluso con l’assoluzione dell’imputato, il processo che ha visto un 31enne accusato di aver parcheggiato in mezzo alla strada un’auto, e di aver bloccato una dozzina fra autobus e corriere in via Scalabrini nell’ora di punta. L’episodio risale al 30 marzo 2015. Il pm, al termine della sua requisitoria, ha chiesto per l’imputato venti giorni di reclusione. L’avvocato difensore aveva invece chiesto l’assoluzione per il suo assistito. Il legale ha spiegato che non è mai stato chiarito chi avesse parcheggiato quell’auto in via Scalabrini, veicolo che aveva poi bloccato i mezzi pesanti.

La vettura, una Volkswagen Golf, era stata parcheggiata in via Scalabrini all’altezza del civico 110 quasi in mezzo alla strada intorno alle 7.00 di quel 30 marzo. Qui era rimasta parcheggiata in modo da intralciare il traffico almeno fino alle 7.45. Si era così accumulata una lunga coda di corriere e autobus, per lo più con a bordo studenti che hanno tardato ad arrivare a scuola. Nel corso del processo erano stati sentiti due agenti della polizia municipale, i quali avevano provveduto ad identificare il 31enne quando aveva ritirato l’auto. Non era però stato identificato chi effettivamente aveva effettuato il parcheggio selvaggio, da qui l’assoluzione.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE