Presidente di Tice ammessa ad Ashoka per l’imprenditoria sociale

28 Maggio 2020

La psicologa piacentina Francesca Cavallini, presidente del Centro Tice di Piacenza, è stata tra i tre italiani ammessi a far parte di Ashoka, la più grande rete di imprenditori sociali al mondo, con oltre 3.500 imprenditori in 93 Paesi, che agisce per abilitare il cambiamento sociale e ambientale, selezionando e sostenendo i più visionari imprenditori sociali e mettendoli in rete, attivando i giovani all’intraprendenza.

Entrare nella rete internazionale degli Ashoka Fellow apre all’imprenditore sociale una serie di opportunità: forme di sostegno economico per lo sviluppo del modello di intervento, la possibilità di fruire di consulenze pro-bono di professionisti, l’accesso a quote esclusive di bandi internazionali oltre che a momenti formativi che hanno come obiettivo quello di favorire la scalabilità del proprio progetto.

“Una grande soddisfazione per Tice, la cooperativa sociale nata nel 2006 con l’obiettivo non solo di incentivare l’innovazione sociale tra bambini e giovani che falliscono o sono a rischio fallimento per diversi motivi quali disturbi dell’apprendimento, problemi comportamentali o difficoltà emotive, ma anche di agire a livello istituzionale per modificare le politiche educative in un senso più inclusivo. Da allora Tice, con conta 33 soci lavoratori, al 90% donne, psicologhe con alta formazione, ha seguito oltre 400 adolescenti e 200 bambini l’anno, formando 50 psicologi in fase di apprendistato ogni anno e potendo vantare ben 70 pubblicazioni di carattere scientifico su riviste specializzate. Entrare in Ashoka mi fa sentire parte di un mondo molto più vasto – commenta Francesca Cavallini – fatto di imprenditori sociali che come noi cercano ogni giorno di sviluppare un cambiamento nelle società in cui vivono” .

© Copyright 2021 Editoriale Libertà