Riaprono parchi e campi gioco, ripristinato l’orario dei cimiteri

29 Maggio 2020

Una notizia molto attesa dalle famiglie piacentine. I bambini potranno tornare a giocare nei parchi a loro dedicati, dopo il lockdown da Coronavirus che li ha tenuti lontani da scivoli e altalene. Il sindaco, Patrizia Barbieri, ha firmato l’ordinanza che riapre da sabato 30 maggio, giardini, parchi e campi gioco.

Rimangono temporaneamente esclusi i campo giochi, nei quali sono in corso di completamento ulteriori lavori di sistemazione: via Turbini, via Pesaro, Strada della Mussina, via Anelli, via Bassi, via Botti, via Caduti sul lavoro, via Gambara, via Lusardi. Non appena ultimati i lavori sarà cura dei competenti uffici comunali provvedere alla riapertura. Per l’accesso a giardini e parchi pubblici, si legge nell’ordinanza, si consiglia “l’uso della mascherina” e il mantenimento di una “distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività”. Il rispetto delle prescrizioni saranno costantemente verificate dalla polizia Municipale. L’ordinanza prevede che i bambini e gli adolescenti siano accompagnati da adulti e che tutte le persone che accedono, di età superiore ai 3 anni, dovranno essere dotate di mascherine e saranno tenute a rispettare il distanziamento fisico di almeno un metro tra persone presenti all’interno della stessa area.

Sempre da sabato 30 maggio viene ripristinato, per i cimiteri comunali, il normale orario di apertura e chiusura. “Si consiglia alle persone che accederanno nelle aree cimiteriali – si legge nell’atto – di utilizzare guanti usa e getta e mascherina per tutto il tempo di permanenza. Anche in questo caso è d’obbligo rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, evitando forme di assembramento”, pena l’applicazione delle norme del codice penale e delle sanzioni amministrative.

“Il provvedimento adottato oggi, sottolinea il sindaco Barbieri, permette ai piacentini di recuperare alcuni spazi di socialità che l’emergenza sanitaria aveva precluso, a partire dai giardini e dai campi gioco, dando così una risposta importante alle esigenze delle famiglie e dei bambini. Consentire l’accesso ai cimiteri nei consueti orari, inoltre, significa consentire a tanti concittadini di sentirsi vicini ai propri affetti, così come non è purtroppo stato possibile fare in questi mesi. E’ un ulteriore piccolo passo in avanti verso la quotidianità a cui eravamo abituati, tuttavia è fondamentale che non venga meno il massimo rispetto verso le regole e i provvedimenti legati al contrasto alla diffusione del contagio e l’assunzione di responsabilità di ognuno di noi. Per questo motivo, invito tutti i piacentini a seguire le prescrizioni, a indossare la mascherina dove previsto, ad evitare forme di assembramento e, in generale, ad adottare tutti quei comportamenti di attenzione e prudenza che sono tuttora lo strumento più efficace nella lotta al Covid-19”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà