Duomo di Piacenza

In via Vescovado gli scavi portano alla luce il canale di Sant’Agostino

18 giugno 2020

Gli scavi per i lavori di Iren hanno portato alla luce secoli di storia. In via Vescovado, nei pressi del retro del Duomo, si è aperta una voragine profonda oltre tre metri che ha rivelato il canale di Sant’Agostino, antico corso d’acqua che lambiva la cattedrale di Santa Giustina.

Il passato secolare di piazza Duomo è riaffiorato da una fognatura. Nei giorni scorsi gli operatori di Iren si sono messi alla ricerca di una perdita idrica in via Vescovado, ma ben presto – e quasi per caso – si sono imbattuti in qualcosa di più: l’affascinante canale di Sant’Agostino, che un tempo lambiva l’antica cattedrale di Santa Giustina (risalente all’855). Così i tecnici, scavando l’asfalto per provvedere alla riparazione delle tubature, hanno portato alla luce un reperto della storia piacentina.

“Il rivo è interessante – spiega l’architetto Manuel Ferrari, responsabile dei beni culturali della diocesi – perché consente di capire la posizione esatta delle vecchie mura medievali della nostra città, nonché della collocazione della cattedrale di Santa Giustina precedente al Duomo. Dal punto di vista storico si potrebbe sfruttare questa occasione per effettuare un rilievo preciso del canale, dato che ci sono poche informazioni se non in una cartografia dell’Ottocento”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE