Il Cristo Redentore “lascia” il monte Penice: trasporto in città per il restauro

19 Giugno 2020

Dal monte Penice all’arsenale di Piacenza. Ieri pomeriggio la statua del Cristo Redentore è stato rimossa dal basamento sulla vetta in Val Trebbia e trasportata fino all’officina di via Castello, dove nelle prossime settimane sarà sottoposta a un restyling completo.

L’intervento, dal valore di circa 20mila euro, è stato fortemente voluto da don Silvio Pasquali, rettore dell’antico santuario di Santa Maria. Il monumento in bronzo, deteriorato dal tempo (e dai fori di proiettile), verrà restaurato su progetto dell’architetto Silvia Giorni, con la collaborazione dei tecnici Micaela Bertuzzi e Alessandra D’Elia. L’opera di riqualificazione è a carico del piccolo ente religioso, che si è rivolto alla cittadinanza per sostenere le spese attraverso una donazione al codice iban IT41R06230 6519000 0000963666 (Crédit Agricole).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà