Federconsumatori

Chiusura Dentix e cure interrotte, oltre cento richieste di tutela dai piacentini

5 luglio 2020

Cure lasciate a metà e rate dei finanziamenti da pagare. Sono già 110 le richieste di tutela arrivate sul tavolo di Federconsumatori Piacenza da parte dei pazienti della Dentix, catena odontoiatrica che fa capo a una società spagnola e che, dopo il lockdown per il Coronavirus, non ha mai più riaperto i battenti. Erano 57 gli ambulatori presenti in Italia, uno anche a Piacenza in via Genova, a cui si erano rivolte centinaia di persone attirate dai prezzi concorrenziali. Dentix ha fatto richiesta, in tribunale, di istanza pre-fallimentare e, al momento, non si sa che fine faranno neppure i dipendenti.

Federconsumatori si è fatta carico di questa situazione delicata prendendo contatti con le finanziarie:  “C’è lo spettro del fallimento della società e per i pazienti le cure lasciate a metà – spiega la presidente Angela Cordani – è una situazione davvero critica. Abbiamo già contattato le finanziarie e con una di esser abbiamo ottenuto una sospensione accordata delle rate senza conseguenze per i cittadini”.  Ora si sta facendo il possibile anche a livello nazionale per dare la possibilità ai cittadini coinvolti di terminare le cure iniziate.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE