Si è aperto il processo

Donna accusa il marito di maltattamenti: “Mi ha picchiata e costretto ad abortire cinque volte”

17 luglio 2020

“Mio marito spesso mi picchiava. Pugni in testa, a volte a calci. Mi ha costretta ad abortire cinque volte”.

Così ha raccontato oggi, 17 luglio, in tribunale una donna macedone di 44 anni che ha accusato il marito (un manovale di 50 anni anch’egli macedone) di maltrattamenti. “Lui mi picchiava spesso – ha spiegato la donna – alzava le mani perché io rispondevo e invece avrei dovuto stare zitta. Non voleva che si usassero anticoncezionali e poi con minacce psicologiche mi costringeva ad abortire. Nel 2017 ci siamo separati”.

Il processo è stato rinviato al prossimo 15 settembre per l’audizione di nuovi testimoni.

TUTTI I DETTAGLI DOMANI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE