La proposta

“Candidare al Premio Nobel per la pace il Corpo sanitario italiano”

24 luglio 2020

Candidare al Premio Nobel per la pace il Corpo sanitario italiano, in prima linea in questi mesi per combattere l’emergenza Covid. E’ la proposta avanzata dall’avvocato Mauro Paladini e che vede come testimonial l’oncologo piacentino Luigi Cavanna.

Una “mission” alla quale si sono unite la città di Piacenza, tra le più colpite dalla pandemia Covid-19, la Fondazione Gorbachev Italian Branch, l’Associazione nazionale alpini, la Diocesi di Piacenza e Bobbio, la Banca di Piacenza, la Fondazione di Piacenza e Vigevano e altre istituzioni culturali e artistiche del nostro territorio e di Milano, con il critico Marco Eugenio Di Giandomenico Ard & Nt Institute (Accademia di Belle Arti di Brera e Politecnico) patrocinio in via di approvazione.

L’essenza immaginifica dell’iniziativa è rappresentata dall’opera d’arte di Franco ScepiDal Buio alla Luce”. Venerdì 24 luglio, alle 16.00 nella sala Consiliare della Provincia di Piacenza, alla presenza delle autorità cittadine verrà annunciato l’avvio della campagna di adesione e sostegno alla candidatura. Nelle prossime settimane, in una conferenza allargata, verrà presentato lo sviluppo del piano strategico messo a punto.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE