Caserma Levante

Operazione Odysseus, nuova raffica di indagati in arrivo. Altri carabinieri nei guai

4 agosto 2020

Operazione “Odysseus”: vi sarebbe una raffica di nuovi indagati, fra cui anche diversi carabinieri. Conclusi gli interrogatori di garanzia la scorsa settimana, spuntano altre persone coinvolte nell’indagine condotta della guardia di finanza e coordinata dalla Procura della Repubblica. Al centro, un gruppo di militari della Stazione Levante di Piacenza accusati di i torture, lesioni, estorsioni, spaccio di droga e arresti illegali.

A finire sotto la lente degli investigatori vi sarebbero altri militari che negli ultimi tre anni avrebbero prestato servizio in via Caccialupo: le ipotesi di reato riguarderebbero omissione e falso, lo sviluppo attuale dell’indagine intende fare emergere quale fosse il grado di conoscenza di quanto avvenisse in quella Stazione.
E’ questo il motivo per il quale alcuni ufficiali dell’Arma verranno ascoltati nei prossimi giorni in Procura a Piacenza come persone informate sui fatti. Tra loro, potrebbero esserci gli ex comandanti provinciali (tra i quali anche il colonnello Michele Piras) e il maggiore Rocco Papaleo, attuale comandante della Compagnia di Cremona, che per dieci anni ha comandato il nucleo investigativo di Piacenza e che ha fatto partire l’indagine con una segnalazione alla stessa Procura.
Sul fronte degli accertamenti tecnici, invece, si attende la fissazione da parte della Procura dell’incidente probatorio chiesto dalla difesa di uno dei carabinieri arrestati, per la raccolta di eventuali tracce biologiche, ematiche e di Dna all’interno della caserma Levante: fino a quando gli accertamenti non saranno conclusi, la Stazione dei carabinieri rimarrà sotto sequestro.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE