Dal 14 settembre

Ripartenza scolastica, il ministro: “La mascherina si potrà togliere al banco”

20 agosto 2020

“La mascherina si potrà togliere al banco”. È l’ultima informazione comunicata dal ministro dell’istruzione Lucia Azzolina in vista della ripartenza scolastica del 14 settembre. Su cui, è bene ricordarlo, sarà determinante anche il parere del comitato tecnico scientifico. Nel frattempo, in attesa di maggiori chiarimenti, ecco quel che pare certo per i trentamila giovani di Piacenza e provincia (e non solo) che rientreranno nelle aule di materne, elementari, medie e superiori tra poche settimane.

Alla base della ripresa delle attività didattiche ci sarà anzitutto la necessità di garantire il distanziamento sociale nelle classi. Fondamentali saranno i nuovi banchi in arrivo in tutta Italia, Piacenza compresa, e i cantieri aperti per la realizzazioni di spazi più ampi. Su un punto cruciale, quello delle mascherine, c’è ancora molta confusione: in una recente intervista al Tg1 il ministro dell’istruzione ha detto che gli alunni potranno abbassare il dpi (obbligatorio sopra i 6 anni) seduti al banco, mentre nei giorni scorsi il comitato tecnico scientifico ne ha ipotizzato l’uso anche durante la lezione. Per i più piccoli, invece, la mascherina non è mai prevista.

SCUOLABUS – In linea generale, gli scuolabus potranno viaggiare con la capienza massima consentita nel caso in cui la permanenza degli alunni nel mezzo non sia superiore ai quindici minuti. Tutti gli studenti, ad eccezione di quelli di età inferiore ai sei anni e a coloro che hanno delle disabilità, dovranno indossare obbligatoriamente la mascherina al momento della salita sul pulmino.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE