Aeronautica militare

Base di San Polo ancora a pieno regime: 28 persone in quarantena obbligatoria

11 settembre 2020

L’attività del centro-quarantena di San Polo si era praticamente azzerata alla fine di giugno, quando l’epidemia sembrava sconfitta. Ma adesso il Covid è tornato a spaventare, e in questi giorni il “viavai” nella struttura dell’Aeronautica militare si è intensificato: ad oggi, infatti, ci sono ben 28 persone in isolamento (un numero di ospiti simile a quello dei mesi di lockdown).

Stavolta però non si tratta di pazienti infetti giunti alla fase conclusiva del proprio decorso clinico, ma di soggetti presumibilmente sani (o asintomatici) che devono evitare qualsiasi contatto sociale in maniera preventiva – per una quindicina di giorni – prima di essere “reinseriti” nella quotidianità. In particolare, la base militare nei pressi di Podenzano – gestita dall’Ausl con i volontari della Croce Rossa – accoglie diversi lavoratori residenti all’estero e rientrati di recente nel nostro territorio: colf o badanti dell’Est Europa, braccianti stagionali, camionisti e non solo, insomma tutti quei cittadini che – dopo il soggiorno in zone straniere a rischio – devono sottoporsi a un breve periodo di quarantena. E che, in assenza di un’abitazione sicura e separata da altri inquilini, hanno la sola possibilità di effettuare l’isolamento in una struttura ad hoc come quella di San Polo.

“Dall’estate in poi, in effetti – conferma Cristina Vedovelli delle professioni sanitarie dell’Ausl – l’attuale numero di ospiti, ad oggi 28, è il più alto. E nel fine settimana crescerà, perché aspettiamo alcuni studenti universitari al rientro a Piacenza dopo viaggi all’estero, per esempio in Turchia, Romania, Ucraina o Grecia. La base è dotata di connessione internet, perciò i giovani potranno seguire le lezioni online in isolamento a San Polo, in attesa del doppio tampone negativo”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE