Consiglio comunale

“Sicurezza, Piacenza come Gotham City”. Il sindaco: “Non è vero”

14 settembre 2020

E’ tornato a riunirsi, lunedì 14 settembre, a Palazzo Gotico il consiglio comunale di Piacenza dopo 45 giorni dall’ultima seduta. Il tema della sicurezza in città, dopo gli ultimi episodi di cronaca nera, come l’aggressione avvenuta mercoledì scorso al Tuxedo, ha tenuto banco in sede di comunicazioni con un botta e risposta tra i consiglieri. Christian Fiazza del Pd ha provocatoriamente parlato di “Gotham City” la città di Batman, il sindaco Patrizia Barbieri ha replicato: “Ci sono aree con situazioni difficili ma sotto controllo e monitorate dal Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica”, e ha rivolto a tutti un accorato appello: “Non dipingiamo Piacenza per quello che non è. La nostra è una città bellissima e vivibile”.

 

Tanti i consiglieri intervenuti in sede di comunicazioni, tra loro:
Stefano Cugini Pd:
 “I cittadini segnalano che  le strisce pedonali a Barriera Genova non sono state ripristinate dopo i lavori. Presenteremo inoltre un’interrogazione perché sempre i cittadini ci hanno segnalato che è arrivata una richiesta di installazione di un’antenna telefonia in via Cella.

Roberto Colla Piacenza Più : “Propongo alla maggioranza di confermare per il prossimo anno le nuove occupazioni dei dehors”.

Massimo Trespidi Liberi: “Ho fatto un accesso agli atti per piazza Cittadella. Il tema del piano economico è il più difficile, è del 2012 e sono passati 8 anni. Quello che secondo me ci si aspetta dal Comune è che venga indicata la data entro la quale si vuole far partire il cantiere anche perché c’è molto degrado. Sono stato di sera, vi invito a fare un giro per rendervi conto”.

Francesco Rabboni Forza Italia: “Faccio i complimenti all’amministrazione per le importanti iniziative sulla disabilità come la rampa del Facsal e i lavori sui marciapiedi. Continuerò a impegnarmi per la disabilità e per tutti i cittadini. (In settimana si era registrata una polemica per la mancata assegnazione a Rabbonì di un incarico sulla disabilità da parte del suo partito Forza Italia).

Carlo Segalini Lega: “I dati del Ministero dell’Interno dicono che Piacenza è la città più sicura dell’Emilia Romagna. Sono in arrivo le telecamere, sono stati illuminati i passaggi pedonali, non ci si può lamentare, se lo fate potete andare a vivere in altra città”.

Giorgia Buscarini del Pd risponde a Carlo Segalini. “Quando presentavamo noi i dati del Ministero che dicevano che Piacenza era una città sicura voi rispondevate che i cittadini non denunciavano più ed era necessario basarsi sulla percezione di sicurezza”.

Durante il consiglio è stata approvata con 28 voti favorevoli (astensione di Cappucciati) la risoluzione del Pd che chiede l’accreditamento internazionale Jacie per il reparto di Ematologia dell’ospedale di Piacenza. Il sindaco Barbieri ha fatto sapere che in una risposta il direttore generale Luca Baldino ha scritto che ci sono condizioni per l’accreditamento. Il consigliere della Lega Lorella Cappucciati, coordinatrice infermieristica per anni in quel reparto, ha annunciato l’astensione dal voto sulla risoluzione perché “non c’è la situazione ideale. Attualmente i posti letto e il personale non sono sufficienti”. Approvata anche la seconda risoluzione del Pd che chiedeva l’incremento della degenza in Ematologia.
Il presidente del consiglio comunale Davide Garilli ha dichiarato che verrà calendarizzato, probabilmente in ottobre, un consiglio con l’assessore regionale Raffaele Donini in collegamento video.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE