“Creare cultura contro la mafia”:118mila euro per tre progetti piacentini

09 Novembre 2020

Ci sono anche tre progetti piacentini tra i 39 totali, destinatari dei fondi messi a disposizione dalla Regione Emilia Romagna con l’obiettivo di “costruire una nuova cultura per prevenire le infiltrazioni della criminalità organizzata”: dalla Regione 1 milione di euro per 39 progetti, da Piacenza a Rimini, di enti locali e università. Dei 39 progetti regionali – per un investimento di circa 1,6 milioni di euro e sostenuti dalla Regione con un contributo di quasi un milione di euro – 5 sono per la riqualificazione di beni confiscati e restituiti alle comunità locali e tra questi figura anche il capannone di Calendasco confiscato alla mafia.

Ai tre progetti piacentini, il cui costo totale è di 153.988 euro, andrà un contributo della Regione di 118.000 euro. Per quanto riguarda i cinque Accordi regionale, il primo riguarda il Comune di Calendasco che intende trasformare il Capannone “Rita Atria” in una “Casa della cultura della legalità” per tutta la provincia di Piacenza, oltre che nella sede di varie associazioni del territorio e dell’Osservatorio Antimafia, gestito da Libera in collaborazione con il Liceo Gioia di Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà