Stalking e lesioni, assolto in tribunale l’ex magistrato Bellomo

16 Novembre 2020

L’ex consigliere di Stato, Francesco Bellomo è stato assolto in tribunale a Piacenza nel processo che lo vedeva imputato per stalking e lesioni ai danni di una giovane partecipante alla scuola di formazione “Diritto e Scienza”.

La Procura di Piacenza aveva chiesto una condanna a tre anni e quattro mesi. La ragazza, secondo gli inquirenti, sarebbe stata insultata, minacciata e sottoposta a interrogatori, anche incrociati, sulla vita sessuale.

Assolto anche l’ex pm di Rovigo Davide Nalin, coimputato nel processo per il quale il pm Emilio Pisante e il procuratore capo Grazia Pradella avevano chiesto un anno e quattro mesi.

Il gup li ha assolti dalle lesioni volontarie perché il fatto non sussiste ed è caduta anche l’accusa di stalking, non procedibile perché era stata ritirata la querela.

Si tratta del primo processo a Bellomo che arriva alla sentenza dopo le arringhe dei difensori degli imputati, il professor Vittorio Manes e l’avvocato Beniamino Migliucci. L’ex giudice è coinvolto anche in un’inchiesta analoga a Bari.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà